Prendi una lacrima

“Prendi una lacrima. Mettila in un bicchiere. Una lacrima è mare, è l’oceano in tempesta […] ma poi pianta una lacrima. Pensala come un seme, un seme un fiore un frutto, qualcosa che era brutto e diventa bellezza, e diventa bontà. Vedrai, succederà”. Un albo illustrato per raccontare la fragilità e la sofferenza, per dire che piangere non è sbagliato, che le emozioni vanno vissute e le si può raccontare.

Pubblicato in Ragazzi | Commenti disabilitati su Prendi una lacrima

Il gufo Orazio

Un albo senza parole per raccontare l’eterna paura del diverso e di ciò che non si conosce: un fiume separa due villaggi nel bosco. Vediamo gli abitanti, molto simili fra loro, condurre la loro vita serenamente. Non si conoscono e inizialmente si ignorano ma basta una piccola scusa per scatenare la guerra.

Pubblicato in Libri accessibili, Ragazzi | Commenti disabilitati su Il gufo Orazio

A sua immagine? Figli di Dio con disabilità

“Una raccolta di riflessioni sulla relazione fra fede e disabilità e sulla considerazione delle persone con disabilità all’interno della Chiesa e delle comunità cristiane [—] per riaffermare la piena appartenenza di tutte le persone, senza distinguo, all’umanità e, in ottica spirituale, all’essere figli di Dio”. Partendo dall’analisi storica di un gesuita australiano sulla teologia della disabilità, i curatori si interrogano e pongono domande che aprono a ulteriori interrogativi e considerazioni per la costruzione di una nuova cultura della disabilità.

Pubblicato in Adulti | Commenti disabilitati su A sua immagine? Figli di Dio con disabilità

Morris: il bambino che trovò il cane

Il piccolo protagonista vive dalla nonna “solo per un po’. Perché era meglio così, diceva sua nonna. Perchè erano successe cose tristi”. Non sappiamo di più, possiamo immaginare diversi scenari ma quello che importa è che Morris è solo con lei e la sua cagnolina Houdini che tende sempre a scappare. Ed è lui che deve andare a cercarla. E mentre segue le sue tracce sulla montagna piena di neve, si imbatte in un altro ragazzetto che lo minaccia. Dopo il primo impatto, i due trovano il modo di parlarsi e scopriranno che le cose non sempre sono come sembrano e che tutti hanno diritto ad un abbraccio.

Pubblicato in Ragazzi | Commenti disabilitati su Morris: il bambino che trovò il cane

Nessuno sa

“Tutti sanno della pelliccia del puma. Nessuno sa dei suoi pensieri”. E così di seguito, vediamo in successione altri animali di cui in una prima pagina viene descritta una peculiarità ben conosciuta mentre nella pagina successiva se ne evidenzia un’altra meno nota. E così, fra gli altri animali, Arianna Papini riabilita la cicala che canta tutta l’estate ma prima ha vissuto e lavorato anni sottoterra e ci mostra lo squalo feroce che però è necessario al mare. Un bellissimo albo che invita all’umiltà e all’attenzione e suggerisce che non bisogna fermarsi alla prima impressione ma bisogna saper guardare davvero.

Pubblicato in Ragazzi | Commenti disabilitati su Nessuno sa

Lo sgabuuuzzino

Interamente in simboli, l’albo racconta del signor Gino alle prese con strani rumori che provengono dal suo appartamento e disturbano tutto il palazzo. Quando capisce da dove provengono decide di indagare. In un dialogo improbabile con il suo sgabuzzino, riscoprirà i ricordi del suo passato di cui deciderà di prendersi cura.

Pubblicato in Libri accessibili, Ragazzi | Commenti disabilitati su Lo sgabuuuzzino

Testone

È la piccola Mia che racconta della sua vita a Monte Quiete dove non succede mai niente. Ci pensa lei a vivacizzare il paesino trascinando nelle sue imprese il suo compagno di classe Giorgio che tutti chiamano Testone per i suoi comportamenti che giudicano bizzarri. Giorgio è di poche parole e molto solitario ma segue volentieri Mia quando decide di indagare su un pozzo proprio dietro la scuola. Non c’è bisogno di dire che si metterà nei guai e sarà proprio Giorgio ad avvisare le maestre e a salvarla. Un racconto che utilizza il font leggimigraphic che lo rende accessibile anche a chi ha difficoltà di lettura.

Pubblicato in Libri accessibili, Ragazzi | Commenti disabilitati su Testone

Pola

“I bambini vengono da un posto molto lontano. Un posto dove le cose non esistono ancora […] e in quel luogo lontano i bambini sono stelle, puntini luminosi sparsi qua e là”. È la voce bambina di Silvia che racconta l’attesa per la nascita della sorellina e il suo arrivo troppo precoce. Pola deve restare in un’incubatrice lontana da lei che si domanda quando potrà incontrarla. Respira l’inquietudine dei suoi genitori e dovrà poi accettare che per la piccola Pola non ci sarà un futuro. “Se avere Pola per sorella non era stato come avevo immaginato, averla per stella non sarebbe stato affatto male, dopotutto. Quanti di voi hanno una stella per sorella? Beh, io sì. E un pezzo di me vola insieme a lei, una scheggia di me nello spazio infinito”.

Pubblicato in Ragazzi | Commenti disabilitati su Pola

Il girasole

“Il progetto – raccontano gli autori – è nato grazie ad un ritaglio di giornale che Liliana, la mamma di Enrico, ci ha inviato, dal titolo “La danza del girasole”. L’immagine di un fiore che balla ci è piaciuta così tanto che abbiamo voluto trasformarla in un libro, da scoprire e da leggere anche con le dita. E così come da un pezzo di carta di giornale è nata una storia, dal nostro libro nasce un fiore, tutto da toccare: prima giocando con le sue forme sulla carta e poi sperimentandole “dal vero”, grazie ai veri semi custoditi al suo interno.

Pubblicato in Libri accessibili, Ragazzi | Commenti disabilitati su Il girasole

La casa di Pine Island

Fiona, Marlin, Natasha e Charlie hanno sempre vissuto in giro per il mondo con i genitori che muoiono improvvisamente. Non sarà facile trovare qualcuno disposto ad accoglierle tutte e quattro ma finalmente una zia le invita a raggiungerla in Canada dove vive in una casa immersa nella natura vicino ad un piccolo villaggio. Siamo solo all’inizio del romanzo e le sorprese non mancheranno: al loro arrivo le ragazzine scoprono che la zia è morta e ha lasciato disposizioni perché la casa sia loro. Ma come potranno cavarsela da sole senza che l’intervento dei temutissimi servizi sociali possa separarle? Piene di risorse riusciranno ad architettare un piano che, con il coinvolgimento di uno scorbutico vicino e della preside della scuola, dovrebbe proteggerle.

Pubblicato in Libri accessibili, Ragazzi | Commenti disabilitati su La casa di Pine Island