La fisica degli abbracci

“Bisognava esserci nati, con quei cervelli che bruciavano le tappe a ritmi vertiginosi, lasciando indietro emozioni, infanzia, adolescenza e qualsiasi altro passaggio inutile per l’accesso ad accademie, università, istituti, dipartimenti. Quelle menti erano fenomeni rari nati per lo più in famiglie normali, di cui inizialmente apparivano come fiori preziosi, ma che presto diventavano strane escrescenze. Dopo un po’ i punti di contatto si assottigliavano e i ragazzi si staccavano come corpi estranei”. A soli dodici anni Will tiene un corso al Trinity College, parla correntemente diverse lingue dall’età di tre anni ed è entrato a Cambridge a soli nove anni. Ma il peso della genialità è difficile da sostenere e a quattordici anni decide di sparire. L’incontro del tutto casuale con Dora, badante rumena poco istruita ma di grande sensibilità, segnerà una svolta nella vita di entrambi.

Pubblicato in Ragazzi | Commenti disabilitati su La fisica degli abbracci

La caccia notturna

Un albo senza parole tutto giocato sui toni del blu e del nero che sollecita i lettori a seguire due piccoli intrusi che entrano in una casa per rubare del cibo. Risvegliato dal loro ingresso, il gatto ne segue le tracce in una divertente rincorsa di cui non riveliamo l’esito.

Pubblicato in Ragazzi | Commenti disabilitati su La caccia notturna

Come fare sostegno a scuola

A partire dal significato di sostegno quale processo multidimensionale e multidisciplinare di accompagnamento allo sviluppo integrale dell’allievo, il volume propone il rilancio della centralità dell’insegnante di sostegno e del suo ruolo di regista della situazione educativa che vede protagonista l’allievo con disabilità, e di leadership nel percorso di cambiamento e di miglioramento in direzione inclusiva dell’intera comunità scolastica. Invita, inoltre, a ripensare il PEI, anche avvalendosi dell’apporto innovativo e significativo dell’ICF, per non disperderne lo straordinario valore di contesto culturale e strumento didattico privilegiato per rendere effettivo il diritto all’inclusione.

Pubblicato in Adulti | Commenti disabilitati su Come fare sostegno a scuola

Le streghe del Mezzanotte

Finnicus, che è figlio di una strega morta misteriosamente, decide di iniziare l’apprendistato per diventare a sua volta una strega e poter così scoprire cosa è realmente accaduto. Dovrà confrontarsi con altre apprendiste apparentemente molto più dotate di lui ma soprattutto con l’ostilità dell’intera congrega che non pare disposta ad accettare una strega di sesso maschile. Una storia di prove da superare, magie e profezie dimenticate ma anche di accettazione delle diversità e di capacità di andare oltre i pregiudizi.

Pubblicato in Ragazzi | Commenti disabilitati su Le streghe del Mezzanotte

Il sapore dei desideri. Betsy, Mr. Tigre e le bacche della felicità

La storia di Betsy, figlia di una sirena e di un umano, del suo incontro con un circo dove si esibiscono omini piccolissimi, con un rospo che in origine era una principessa e del suo viaggio avventuroso verso un’isola dove crescono bacche che fanno sì che i desideri si realizzino. Nel corso del viaggio la bambina capirà l’importanza della gentilezza e che i desideri vanno dosati con attenzione. A volte, basta guardarsi intorno per scoprire che si ha già tutto quello che si vuole.

Pubblicato in Ragazzi | Commenti disabilitati su Il sapore dei desideri. Betsy, Mr. Tigre e le bacche della felicità

Mimosa in fuga

La storia di un rametto di mimosa, stanca di essere solo un regalo, è lo spunto per realizzare  “un albo originale – dice Patrizia Zerbi di Carthusia – dedicato alle donne e alle bambine per ricostruire con leggerezza una memoria storica preziosa ma soprattutto per ricordare loro l’importanza di credere in se stesse, lottare per i propri diritti e sentirsi libere, ovunque e sempre”.

Pubblicato in Ragazzi | Commenti disabilitati su Mimosa in fuga

Il coraggio nel vento di montagna

Arriva dai colori di uno dei primi fumettisti cinesi questo albo senza parole che, ripercorrendo quanto ha vissuto l’autore nella sua infanzia, racconta di un bambino che si ritrova improvvisamente, circondato da mostri, in mezzo ad una tempesta ed è terrorizzato. Troverà un aiuto inaspettato in una maschera che, una volta indossata, gli permetterà di vincere la paura.

Pubblicato in Ragazzi | Commenti disabilitati su Il coraggio nel vento di montagna

Il lungo viaggio di Cip e Tigre

La storia di due amici e del loro viaggio, un cammino difficile, costellato di ostacoli e aggressioni, che affianca quello di tanti migranti cui non sempre è riservato un lieto fine come sarà per i due animali protagonisti. L’albo si ispira a quanto accade sulla cosiddetta rotta balcanica percorsa ogni anno da migliaia di profughi che la scelgono per raggiungere l’Europa in alternativa al viaggio per mare.

Pubblicato in Ragazzi | Commenti disabilitati su Il lungo viaggio di Cip e Tigre

Con parole precise

“L’idea chiave di queste pagine è nella proposta di alcuni suggerimenti, deliberatamente non sistematici, per la lettura e l’ascolto consapevoli. Una lettura e un ascolto capaci di fare intuire in un discorso, al di sotto della cortina di parole, la struttura che lo sorregge e gli eventuali difetti che lo rendono pericoloso. Una lettura e un ascolto che colgano le parole di troppo e quelle oscure, equivoche o imprecise”. Scrivere bene, in ogni campo, ha un’attinenza diretta con la qualità del ragionamento e del pensiero. Implica chiarezza di idee da parte di chi scrive e produce in chi legge una percezione di onestà.

Pubblicato in Adulti | Commenti disabilitati su Con parole precise

Hate speech

“Cambiare i limiti di ciò che può essere detto cambia insieme i limiti di ciò che può essere fatto: ci abituiamo alla mancanza di attenzione sulle parole, che rende più accettabile la mancanza di vigilanza sulle azioni. Il silenzio, l’indifferenza e la superficialità con cui spesso accogliamo gli usi offensivi di altri corre il rischio di trasformarsi in consenso, approvazione e legittimazione – e muta noi in complici e conniventi”. Una riflessione su quello che è diventato comune chiamare hate speech diventato ancor più d’attualità con il diffondersi dei nuovi media: commenti sessisti, insulti razzisti e attacchi omofobici hanno trovato un ambiente ideale per esprimersi online, dove spesso mancano mediazioni, filtri o (auto)censure.

Pubblicato in Adulti | Commenti disabilitati su Hate speech