Lontani da dove?

Il 2017 ha portato con sé tre ricorrenze significative: i quarant’anni della legge 517 per l’inclusione scolastica, i venticinque della successiva legge 104 e i cinquant’anni dalla pubblicazione di Lettera a una professoressa. Oggi, fra passato e futuro, gli autori si chiedono “quanto siamo lontani da una scuola universale, adatta a tutti, aperta, flessibile, abitata da competenze reali, transdisciplinari, con insegnanti e dirigenti aperti e competenti? […] spesso il presente ci fa pagare un conto pesante. Un presente schizofrenico, da un lato pieno di retorica e proclami di inclusività e, dall’altro, ricco ancora (e sembra sempre di più) di episodi di esclusione più o meno strisciante, di classi di serie B, di microespulsioni dalle aule, di ritorni a soluzioni “speciali”, oltre che di politiche governative incerte e contraddittorie […] abbiamo un compito, nella nostra scuola: farla diventare più giusta e più inclusiva della società in cui viviamo. Per questo siamo tra passato e futuro, in cammino”.

Pubblicato in Adulti | Commenti disabilitati su Lontani da dove?

Pedagogia degli oppressi

“Chi è preparato, più degli oppressi, a capire il significato terribile di una società che opprime? Chi può sentire, più di loro, gli effetti dell’oppressione? Chi, più di loro, può capire la necessità della liberazione? Liberazione a cui non arriveranno per caso, ma attraverso la prassi della loro ricerca; conoscendo e riconoscendo la necessità di lottare per ottenerla. Lotta che, in forza dell’obiettivo che gli oppressi le daranno, sarà un atto di amore, con cui si opporranno al disamore contenuto nella violenza degli oppressori, anche quando essa si maschera di falsa generosità. In questo saggio la nostra preoccupazione è solo di presentare alcuni aspetti di ciò che ci sembra costituire quella che da tempo veniamo chiamando pedagogia dell’oppresso: quella che deve essere forgiata con lui e non per lui, siano uomini che popoli, nella lotta incessante per recuperare la loro umanità. Pedagogia che faccia dell’oppressione e delle sue cause un argomento di riflessione per gli oppressi; ne risulterà l’impegno indispensabile alla lotta per la loro liberazione, in cui questa pedagogia si farà e rifarà costantemente”. Questo, e molto altro, scriveva Freire cinquant’anni fa, convinto che non ci possa essere educazione se non si liberano gli uomini dall’oppressione. Una nuova edizione di questo testo fondamentale che non ha perso nulla della sua forza, arricchito e attualizzato con riflessioni e interviste a studiosi contemporanei.

Pubblicato in Adulti | Commenti disabilitati su Pedagogia degli oppressi

Animali in cerca di amici

Interamente in simboli, il libretto raccoglie due racconti scritti, illustrati e impaginati da ragazzi con autismo che, attraverso la trasposizione nel mondo animale e con linguaggio da fiaba, mettono in luce alcune proprie caratteristiche non proprio positive e mostrano le strategie adottate per migliorarsi. Sul sito dell’associazione La matita parlante, che ha ideato il progetto, è possibile anche scaricare l’audiolibro.

Pubblicato in Ragazzi | Commenti disabilitati su Animali in cerca di amici

Sesso e disabilità: un’attrazione segreta

Risalgono alla fine del 1700 le prime osservazioni su un aspetto sconosciuto della sessualità: l’attrazione verso le persone disabili e il desiderio di essere come loro, che può giungere fino al desiderio di farsi amputare un arto che non si considera parte di sé. Gli autori propongono un viaggio alla scoperta di questo mondo sommerso che vive in buona parte sul web, riportando quello che hanno trovato senza aggiungere filtri né dare giudizi.

Pubblicato in Adulti | Commenti disabilitati su Sesso e disabilità: un’attrazione segreta

Questa è la storia di TopoLina

“TopoLina non aveva mai visto la neve: uscì dalla tana annusando l’aria e guardandosi attorno”. La sorpresa iniziale e la curiosità lasciano il posto all’ansia quando si rende conto che la neve ha nascosto la strada di casa. TopoLina non sa parlare e non sa come comunicare la sua paura agli animali che le si avvicinano e che vorrebbero aiutarla. Le tracce sulla neve suggeriranno un‘altra strategia per comunicare con lei.

 

Pubblicato in Ragazzi | Commenti disabilitati su Questa è la storia di TopoLina

H: diario impertinente di un insegnante di sostegno

“Una scuola che vuole sul serio lavorare per l’inclusione è una scuola che sa ammettere le proprie paure, le proprie ambivalenze e i sentimenti negativi che circolano al suo interno. E’ una scuola che ha il coraggio di proporsi essa stessa come spazio privilegiato di elaborazione rispetto alle emozioni profonde che suscita l’incontro con l’altro da sé. Senza guardare in faccia il dolore e le paure che esso genera, non si riuscirà mai a ridere insieme. E finchè ciò non accade, la disabilità provocherà rifiuto e il rifiuto accrescerà la disabilità […] solo una scuola che considera preziosa la fragilità di ogni persona che ne fa parte può essere il luogo in cui è possibile sostenere la crescita di tutti”. Una lungo riflessione sull’inclusione e sul ruolo degli insegnanti di sostegno, con particolare riferimento alla scuola superiore.

Pubblicato in Adulti | Commenti disabilitati su H: diario impertinente di un insegnante di sostegno

Bambini nel mondo

Quattro agili volumetti illustrati che vogliono aiutare i bambini a capire alcuni dei grandi problemi della nostra epoca affrontandoli con pacatezza e realismo e che rispondono alle loro domande cercando di tranquillizzarli.

Pubblicato in Ragazzi | Commenti disabilitati su Bambini nel mondo

I promessi sposi (dal romanzo di Alessandro Manzoni)

Interamente in simboli, la storia di Renzo e Lucia risponde al diritto di leggere che hanno anche tutti i ragazzi e le persone con disabilità comunicativa ma vuole essere un libro rivolto anche a tutti coloro che non si destreggiano bene con la lingua italiana o che non pensano di poter affrontare un grande classico.

Pubblicato in Ragazzi | Commenti disabilitati su I promessi sposi (dal romanzo di Alessandro Manzoni)

L’accalappialuna

Grandi illustrazioni e poche righe di testo accompagnano le giornate di un bambino e del suo adorato nonno con cui passa tantissimo tempo, divertendosi e imparando tante cose. Lentamente, il tempo passa e anche il nonno scompare. Ma il piccolo farà tesoro dei suoi ricordi.

Pubblicato in Ragazzi | Commenti disabilitati su L’accalappialuna

Hank Zipzer mago segreto del ping-pong

Hank è alle prese con la quinta elementare che si prospetta ancora più difficile delle classi precedenti, specialmente per lui che ha problemi di apprendimento. Sperava almeno di cambiare insegnante ma si ritrova di nuovo la terribile signorina Adolf! A tutto questo si aggiunge la temuta selezione per la squadra di calcio cui non vuole assolutamente partecipare. Sarà il nonno a trovare una soluzione.

Pubblicato in Ragazzi | Commenti disabilitati su Hank Zipzer mago segreto del ping-pong