Ovunque tu vada

“L’incidente che mi è capitato, banale nella forma, è stato devastante negli effetti anche per il ministero […] è lungo l’elenco dei gesti limitati dal mio corpo trasformato. Senza dubbio una vita nuova da imparare, un apprendimento non immediato, e non so se e quando sarà concluso […] si tratta di essere l’uomo di sempre, il prete di sempre, non nonostante la tetraplegia ma dentro e attraverso di essa […] io mi sono detto che rimango un credente, un credente prete, e vorrei con tutte le mie forze testimoniare che la fede nell’Unico che ha vinto la morte dà senso alla vita, anche dentro una grave tetraplegia. Non rinuncio certo a qualche gesto del ministero (Messa, predicazione, insegnamento), nei tempi e nei modi possibili. Non so francamente dire se sono quello di prima o non lo sono più, ma voglio vivere dentro questa condizione con la coscienza che la fede rischiara la vita, dà speranza, allarga il cuore. E con la certezza che posso essere prete così. Prete nella tetraplegia, ovvero tetraprete: oggi mi sembra quasi un titolo onorifico”. Dettate da una fede autentica e profonda, le riflessioni di un sacerdote dinamico, parroco e viaggiatore, costretto all’immobilità da una caduta che l’ha spinto a guardarsi dentro e a vedere il mondo con occhi nuovi.

Pubblicato in Adulti | Commenti disabilitati su Ovunque tu vada

Bill biblioteca della legalità – Parole, figure, libri per narrare ai ragazzi responsabilità diritto, giustizia, dignità

Una antologia che offre una polifonia di voci, di parole e immagini, che intreccia scritture, intesse i fili, attesta l’esistenza di una comunità in un indice che accompagna nella lettura, offrendo particolari stazioni di posta in cui fermarsi a riflettere, a pensare, a sognare. Una pubblicazione che dichiara l’importanza della circolazione delle storie, delle narrazioni che si trasmettono da una persona ad un’altra, che circolano come circolano i libri, passando di mano in mano. Si propagano le idee, prendono forma i pensieri. Un’antologia per tutti, grandi e piccoli assieme, dentro e fuori dalla scuola, dalla biblioteca, dalla famiglia, dalle aule di giustizia e in molti altri luoghi ancora, perché le storie qui contenute possano raccontare altre storie in un processo germinativo che vede le sue radici in parole importanti quali libertà, diritto, bellezza. Storie firmate da magistrati, da scrittori, da editori, da figure diverse della società civile che, pagina dopo pagina, dichiarano lo spirito libero di Bill.

Pubblicato in Ragazzi | Commenti disabilitati su Bill biblioteca della legalità – Parole, figure, libri per narrare ai ragazzi responsabilità diritto, giustizia, dignità

I tesori della lettura sull’isola: una pratica di cittadinanza possibile

Un’analisi del progetto che Ibby porta avanti dal 2013 sull’isola di Lampedusa: una biblioteca per i più di mille bambini e ragazzi lampedusani che intrecci le loro storie, la loro fame di libri, con quelle dei tanti migranti che passano, anche solo per pochi giorni, sulla loro terra. Perché Lampedusa, porta d’Europa, sia anche porta per l’accoglienza e la sua nuova biblioteca sia un ponte verso il futuro  per tutti i piccoli che stanno crescendo.

Pubblicato in Ragazzi | Commenti disabilitati su I tesori della lettura sull’isola: una pratica di cittadinanza possibile

La mia piccola officina delle storie

Le quattro alette del libro formano 21 frasi brevi, in ogni aletta, indicazioni sul dove o quando, chi, cosa fa, nei confronti di chi. Provate a ricombinarle! Scoprirete di poter creare migliaia e migliaia di storie diverse.

Pubblicato in Ragazzi | Commenti disabilitati su La mia piccola officina delle storie

Il mio magico pentolone delle meraviglie

Cinque alette per ogni pagina, ciascuna delle quali contiene parole diverse, dalle indicazioni temporali a quelle spaziali che si uniscono a soggetti, verbi e complementi per costruire combinazioni sempre nuove e e infinite storie.

Pubblicato in Ragazzi | Commenti disabilitati su Il mio magico pentolone delle meraviglie

Il libro matto

Tre alette per ogni pagina dividono i protagonisti di storie surreali che si prestano a numerosissime combinazioni.

Pubblicato in Ragazzi | Commenti disabilitati su Il libro matto

Chi ha preso le mie scarpe?

Le alette che compongono il libro mostrano diversi personaggi divisi fra volto, tronco e gambe: le combinazioni possibili sono moltissime e tutte molto divertenti.

Pubblicato in Ragazzi | Commenti disabilitati su Chi ha preso le mie scarpe?

Sono una ragazza!

“Dovrei essere carina … sempre gentile e graziosa … Però io sono dolce e decisa, non sono mica un fiorellino!”. In una carrellata di diverse situazioni e contesti, la protagonista è costretta a sottolineare con forza che non è un maschio anche se pasticcia, fa rumore, corre fortissimo e le piacciono tutti i giochi. Perché alla fine “è bellissimo essere come siamo […] noi siamo noi”.

Pubblicato in Ragazzi | Commenti disabilitati su Sono una ragazza!

Quellilà

La paura, i pregiudizi e le notizie distorte che innescano atteggiamenti di difesa e ostilità. Temi difficili, di grande attualità che questo albo coloratissimo riesce a proporre ai più piccoli con leggerezza e ironia, aiutandoli a capire e ad avere un atteggiamento accogliente nei confronti degli altri.

Pubblicato in Ragazzi | Commenti disabilitati su Quellilà

Mammut!

Teo passa le sue giornate insieme alla tata che lo segue nel fitto calendario di impegni che scandisce il lento passare delle ore. Canto, judo, scherma, matematica, una dieta rigorosa. Perché Teo è un bambino molto speciale, sostengono i suoi genitori e non può perdere tempo a giocare né a sentire la mancanza di Ada, la sorella che vive lontana dopo un incidente di cui nessuno parla. Ma Teo è un bambino molto solo e ha un bisogno disperato di amici. Così la notte va ad esplorare il vicino parco a tema dove tutto è silenzioso e misterioso. Improvvisamente, durante uno dei suoi giri notturni incontra una bambina e tutto cambia. Un bel graphic novel che utilizza caratteri e accorgimenti che ne permettono la lettura anche a chi ha difficoltà.

Pubblicato in Ragazzi | Commenti disabilitati su Mammut!