La musica di Ettore

Mentre tutti gli animali della foresta si divertono a fare musica insieme, Ettore, l’elefante protagonista di questo albo illustrato, non sa suonare nulla e se maneggia uno strumento finisce per romperlo. Non gli resta che ascoltare, è l’unica cosa che gli viene permessa. Ma “un giorno, però, si svegliò troppo tardi per assistere alle prove del mattino. E perciò dovette correre più veloce che poteva”.  E così, del tutto casualmente, gli altri animali troveranno il modo di farlo partecipare attivamente ai loro concerti.

Pubblicato in Ragazzi | Commenti disabilitati su La musica di Ettore

Con le ali sbagliate

“Penso a papà, penso a cosa direbbe adesso vedendomi qui come un cretino a pensare a Tiziano e al giardino dell’Eden. E sai che c’è, papà? Che ho deciso. Ho deciso in questo momento. Ti ho sempre ascoltato, lo sai, e adesso ho deciso di non farlo più. Perché se ascolto te, papà, io muoio. Mi viene quasi da pensare che io non possa esistere finchè esisti tu, che forse è come fra Voldemort e Harry Potter, forse uno di noi due deve morire perché l’altro possa continuare a vivere. Dimmi che mi sbaglio, dimmi che non devo decidere per forza, perché non voglio ucciderti, papà… ma non posso uccidere me stesso”. Il romanzo, prendendo spunto da una storia vera, racconta di Nino, della sua omosessualità, del rifiuto di accettarla da parte dei genitori e dei tentativi del ragazzo di capire come andare avanti. Farà incontri poco piacevoli ma troverà anche aiuto e sostegno in persone da cui mai se lo sarebbe aspettato. Una storia intensa che mette in luce anche le fragilità dei tanti adulti che faticano ad accettare e sostenere.

Pubblicato in Ragazzi | Commenti disabilitati su Con le ali sbagliate

In cielo, ma dove?

“Senti, ma morto stecchito è uguale a andato in cielo? […] secondo me, è come dico io. Secondo me, quando mamma mi fa vedere la foto di zio Davide e dice che è andato in cielo, vuole dire che è morto stecchito”. Luca ha quattro anni e la scoperta di un uccellino morto è l’occasione per un fuoco di fila di domande che rivolge al fratello maggiore che vorrebbe evitare l’argomento. La morte dello zio è ancora una ferita aperta e non ne vorrebbe parlare. Ma l’insistenza del piccolo farà emergere ricordi belli che fanno stare bene.

Pubblicato in Ragazzi | Commenti disabilitati su In cielo, ma dove?

L’albero della scuola

“Nel cortile della scuola c’era un albero. Uno solo. A Pedro piaceva correre vicino a quell’albero durante le ricreazioni”. Poi un giorno il bambino guardò l’albero con più attenzione e “gli accarezzò il tronco. All’improvviso, sull’albero spuntò una nuova foglia”. Un albero striminzito e apparentemente secco e le cure di un bambino sono i protagonisti di un albo illustrato che, attraverso una storia semplice, mostra l’importanza del contatto con la natura e del rispetto per l’ambiente.

Pubblicato in Ragazzi | Commenti disabilitati su L’albero della scuola

Imparare a cadere

Per celebrare i suoi 150 anni, la Fondazione evangelica Neuerkerode, in Sassonia, ha incaricato Mikael Ross di realizzare un fumetto che ne presentasse la storia e le finalità. Alla base della Fondazione c’è sempre stata una politica di inclusione e di partecipazione nei confronti delle persone con disabilità mentale. Se inizialmente gli ospiti erano cinque, oggi sono oltre ottocento, su circa milleduecento abitanti della comunità che condividono vita, lavoro e tempo libero cercando di vivere la propria autonomia senza che manchi l’assistenza, qualora servisse. Frutto di due anni di preparazione e di un periodo trascorso nella comunità, il graphic novel, raccontando di Noel che si trova improvvisamente inserito in questa realtà senza rendersi conto di quanto gli sta capitando, descrive con ironia e delicatezza la quotidianità di Neuerkerode, le caratteristiche di chi ci vive, le relazioni fra le persone, le amicizie, i primi amori, le paure e le aspirazioni, puntando anche un occhio sul passato quando i nazisti ne fecero un luogo di sterilizzazioni e deportazioni.

Pubblicato in Ragazzi | Commenti disabilitati su Imparare a cadere

Primi libri per leggere il mondo. Pedagogia e letteratura per una comunità educante

“Leggere cosa muove gli interessi dei piccoli è compito arduo, implica ridefinire spesso la misura della giusta vicinanza, che cambia insieme al fare di corpi e mani che si muovono con il pensiero, in una unitarietà che è in loro totalmente partecipata e per noi inaccessibile […] a leggere si impara crescendo”. Partendo dai bisogni dei bambini più piccoli e prestando ascolto alle loro richieste, l’autrice propone una rilettura dell’opera di alcuni grandi pedagogisti del passato e analizza le diverse proposte per la prima infanzia mettendone in luce aspetti positivi e criticità.

Pubblicato in Adulti | Commenti disabilitati su Primi libri per leggere il mondo. Pedagogia e letteratura per una comunità educante

Scatto di famiglia

Il libro è frutto di un concorso letterario indetto dal Centro Asteria di Milano, che ha cercato di dare il più possibile voce agli adolescenti, ai ragazzi e alle ragazze delle scuole superiori di tutta Italia, costretti a stare in casa dalla pandemia di Covid-19. E’ stato loro chiesto di raccontare, nella forma che ritenevano più adatta, come hanno vissuto la rinnovata, e ineludibile, convivenza con i familiari e la riscoperta di un dialogo possibile con genitori, fratelli, nonni. Sono arrivati circa 250 testi fra poesie, pagine di diario, dialoghi e narrazioni che hanno restituito un’immagine interessante e inedita della famiglia italiana di cui il libro propone un’ampia selezione mentre sul blog della casa editrice è possibile leggere anche gli altri scritti.

Pubblicato in Adulti | Commenti disabilitati su Scatto di famiglia

Giacomo di cristallo e altre storie

Terza uscita per la collana Parimenti che, nel centenario della nascita di Gianni Rodari, propone una selezione di cinque fra le sue storie più famose tradotte in simboli per renderle accessibili a tutti, grazie all’impegno del gruppo di lavoro “Librarsi”, un laboratorio permanente di costruzione e produzione di libri accessibili della Cooperativa Accaparlante di Bologna. È la prima volta per l’Italia di un libro in simboli con le storie di Gianni Rodari, e per pubblicarlo ci è voluta l’autorizzazione degli eredi.  La moglie e la figlia hanno dimostrato grande sensibilità, capito subito la portata del progetto e concesso i diritti. Gianni Rodari lo avrebbe apprezzato, sarebbe stato contento di vedere la sua “Teresin che non cresceva” farsi spazio in un quadratino per aiutare la mamma ammalata, o “Giacomo di cristallo” fare della sua trasparenza una forza capace di fermare un tiranno.

Pubblicato in Ragazzi | Commenti disabilitati su Giacomo di cristallo e altre storie

La gestione dei comportamenti-problema dall’analisi all’intervento psicoeducativo

Che cos’è un comportamento problema? Come affrontare condotte aggressive, irrequietezza e atteggiamenti di disturbo? Un’analisi del contesto e del profilo comportamentale dell’alunno insieme alla proposta di un modello di azione e indicazioni per la progettazione, l’implementazione e la verifica dell’intervento con schede operative esemplificative.

Pubblicato in Adulti | Commenti disabilitati su La gestione dei comportamenti-problema dall’analisi all’intervento psicoeducativo

Joker

La scuola è appena iniziata e il nuovo maestro distribuisce ai bambini un mazzo di carte. Sono tanti jolly che possono utilizzare quando e come vogliono. Potranno decidere di non andare a scuola, di ballare e cantare in classe, per non fare i compiti… Quello che apparentemente sembra un invito a trascurare la scuola sarà l’inizio di una grande avventura. Un libro stampato con criteri di alta leggibilità che lo rendono accessibile anche a chi ha difficoltà di lettura.

Pubblicato in Ragazzi | Commenti disabilitati su Joker