Di pari passo: il lavoro oltre l’idea di inclusione

Una riflessione sull’inclusione lavorativa e sulla contraddizione che la rende “quasi un ossimoro, ossia la reale sostenibilità del processo inclusivo in un ecosistema aziendale spesso pervaso da ideali che premiano la competitività e misurano con strumenti standardizzati il valore della persona in base alla sua produttività”. L’autore suggerisce un superamento del concetto di inclusione, proponendo di sostituirlo con quello di “convivenza delle differenze” che mette al centro la persona e invita ad affrontare le criticità strutturali di un sistema basato sulla disuguaglianza e a pensare la differenza come normalità.

Questa voce è stata pubblicata in Adulti. Contrassegna il permalink.