Il viaggio

“Io e la mia famiglia abitiamo in una città vicino al mare. Ogni estate, nei fine settimana, ci piaceva andare in spiaggia. Ma ora non ci andiamo più, perché dall’anno scorso la nostra vita è cambiata per sempre. E’ iniziata la guerra. Giorno dopo giorno, cose orribili hanno cominciato ad accadere intorno a noi. Poi non è rimasto nient’altro che caos”. Una voce bambina che racconta la fuga e le mille e mille tappe per raggiungere un luogo, forse, sicuro. Una voce che raccoglie quelle dei tanti e tanti migranti che hanno raccontato a Francesca Sanna la loro storia.

Questa voce è stata pubblicata in Ragazzi. Contrassegna il permalink.