Mary e il mostro

“Le ragazze dovevano essere gentili e obbedire alle regole. Le ragazze dovevano essere silenziose e ingoiare punizioni e dolore. La bandirono dalla società perché amava un uomo sposato. Gli amici la oltraggiarono. Il padre la cacciò di casa. Ma lei non si nascose. Non si lasciò zittire. Lottò contro la crudeltà della natura umana. Scrivendo”. La biografia di Mary Shelley, raccontata per immagini e attraverso estratti dai suoi diari e dalle sue lettere.

Questa voce è stata pubblicata in Ragazzi. Contrassegna il permalink.