Gambe all’aria

Gli ordini strampalati della principessa cavaliere costringono ogni mattino i suoi sudditi a compiti impossibili cui devono ubbidire per forza. L’arrivo di un esercito nemico che assedia la città non la farà desistere ma saranno proprio quegli ordini stravaganti a mettere in fuga i soldati, terrorizzati nel vedere gambe a mezz’aria e abitanti del castello volteggianti a testa in giù. E così “la guerra finì prima di cominciare. Così, dopo cena, la principessa cavaliere potè addormentarsi serena. In modo che il giorno dopo potesse inventare nuove leggi. Leggi buone, cattive, o così così. Dipende da come si sarebbe svegliata”.

Questa voce è stata pubblicata in Ragazzi. Contrassegna il permalink.