La ragazza con lo zaino verde

“E vorrei urlarlo in faccia a tutti che io, Alida Aspesi, sarò pure nata fascista perché non ho avuto scelta, ma adeso che so come stanno le cose, che i miei occhi davvero vedono, io scelgo di non esserlo. Non so ancora bene chi sono, ma di certo non sono questa divisa”. E’ ambientata alla fine degli anni ’30 del Novecento in un paesino al confine con la Svizzera, la storia di Alida che, di fronte alle leggi razziali e alle minacce subite dalla zia e dal padre, decide da che parte stare.

Questa voce è stata pubblicata in Ragazzi. Contrassegna il permalink.