Il fantastico viaggio di Stella

“Ho sollevato la tua foto incorniciata […] dopotutto era una bella foto. Sarebbe rimasta sempre una bella foto. Il ricordo sarebbe rimasto invariato per sempre. Non sarebbe cambiato e non si sarebbe mai trasformato in niente di spaventoso. Adesso sapevo che nessuno dei tuoi ricordi lo avrebbe fatto. Erano miei per sempre, un posto sicuro in cui rifugiarmi quando mi sarei sentita triste o spaventata, sola o persa […] ho chiuso gli occhi, sentendo di aver raggiunto un punto di infinito amore e infinito dolore, e di sollievo nel sapere, per la prima volta, che dentro di me c’era spazio infinito per tutti e due”. Quando un piccolo buco nero, disposto ad inghiottire tutto, fa la sua improvvisa comparsa, Stella decide di mettergli a disposizione tutti i ricordi e gli oggetti che le ricordano il padre di cui non riesce ad accettare la morte. Scoprirà che non è la strada giusta per superare il dolore.

Questa voce è stata pubblicata in Ragazzi. Contrassegna il permalink.