Ho fatto goal alla sclerosi multipla

“Parlare di me e raccontare la mia vita, con tutto quello che ho ricevuto nel bene e nel male, ma anche con ciò che ho cercato sempre di dare, aiutato da una buona dose di fortuna, da alcuni anni era diventato una vera necessità […] spesso mi sento ripetere che sono stato “bravo”. Non è vero! Sono stato semplicemente fortunato a unire in una giusta miscela le circostanze difficili e quelle favorevoli che la vita mi ha messo a disposizione, con tenacia, umiltà e senza mai perdermi d’animo”. Dall’infanzia all’adolescenza, dalla passione per il calcio al lavoro e all’amore, l’autore racconta le tappe della sua vita, accompagnata fin dalla giovinezza da una diagnosi di sclerosi multipla che gli ha ridotto quasi completamente la mobilità ma che è poi entrata in una fase di quiescenza che gli ha permesso di recuperare autonomia e fiducia in se stesso.

 

Questa voce è stata pubblicata in Adulti. Contrassegna il permalink.