Da quando ho incontrato Jessica

Comincia tutto in una fredda mattina durante la ricreazione: Francis, che desidera stare da solo per riflettere su se stesso, si ritrova seduta accanto Jessica con un evidente desiderio di comunicare. Sarebbe tutto normale se non fosse per un particolare. Jessica è morta e il ragazzino è il primo che riesce a vederla e a parlare con lei. L’amicizia fra i due è subito totale e gli cambia completamente la vita. Francis non si fa domande né Jessica è in grado di raccontargli della propria morte di cui non ricorda nulla. Nelle settimane successive incontreranno Andi e Roland, emarginati dai compagni e con grossi problemi di autostima. Perché solo loro possono vedere Jessica? E perché lei non riesce a proseguire il suo viaggio? Un bel romanzo che affronta in modo inedito ma efficace il tema del bullismo e delle relazioni tra pari.

Questa voce è stata pubblicata in Ragazzi. Contrassegna il permalink.