Da che parte stare

Con l’aiuto di Maria Falcone e Rita Borsellino, Melis ricostruisce la storia dei giudici, uccisi nel ’92, a poche settimane di distanza. E sceglie una strada diversa per farlo, una strada che li fa più vicini ai piccoli lettori cui è dedicato il libro. Ripercorrendo la loro vita di bambini come gli altri, non ne fa degli eroi, “perché gli eroi, come i miti, sono condannati al peggiore degli esili: quello di restare lontani da noi, dalla nostra quotidianità e dal nostro sentire comune, senza poterci più fare da esempio. Di buoni esempi, di solide tracce da seguire […] abbiamo invece tutti bisogno. Anche per comprendere e far comprendere che, nell’ampio catalogo delle possibilità e dei destini che la vita ci riserva, spetta solo a noi scegliere da che parte stare”.

Questa voce è stata pubblicata in Adulti. Contrassegna il permalink.