Storia di un cane speciale

“Me ne stavo lì a guardare, e all’improvviso, per un attimo, era come se ci fosse stata mamma accanto a me ad ammirare il mio lavoro, quel regalo di cui avevamo parlato e sul quale avevamo fatto progetti quando era ancora viva e credeva che sarebbe stata viva ancora a lungo. Sentii che stavo sorridendo e, al tempo stesso, una lacrima si fece strada lungo la mia guancia e cadde sul tavolo […] Le lacrime uscirono copiose mentre mi rimettevo il cappello sulla testa, tirandolo in giù per coprire bene le orecchie. Non erano solo lacrime di tristezza, ma anche di meraviglia, perché mamma non c’era più, ma era riuscita lo stesso a farmi un regalo di Natale. Un regalo che assomigliava molto a un abbraccio. Il regalo più perfetto che io e chiunque altro al mondo avessimo mai ricevuto”. Una storia che prende per mano e non vuole essere abbandonata prima della conclusione, la  storia di Dessa Dean che vive in una capanna isolata fra boschi innevati, lontano da centri abitati. In attesa del ritorno del padre cacciatore, Dessa passa le sue giornate chiusa in casa e niente la può convincere ad affrontare il mondo esterno dopo la morte improvvisa e tragica della mamma in una tormenta di neve. Tutto cambierà con l’arrivo di un cane che diventerà suo compagno inseparabile.

Questa voce è stata pubblicata in Adulti. Contrassegna il permalink.