Fesso

“Mr. Selkirk, il mio insegnante di lettere, dice che devo scrivere qualcosa – qualcosa di lungo – su ciò che è successo durante le vacanze invernali, anche se – secondo me – non servirà a molto.  Io non volevo mica che Danley si facesse male e non credo nemmeno di avere un uno per cento di colpa, figuriamoci di più, anche se non posso negare di essere stato presente”. Parte da qui il diario di Julian che con il passare dei giorni si appassiona al compito, apparentemente ingrato, che gli ha affibbiato il suo professore: scrivendo, prende lentamente coscienza di se stesso e di quello che può venire dalle sue azioni. Di cosa è successo con Danley verremo a sapere solo nelle ultime pagine ma intanto ci saremo affezionati a questo ragazzino che ne combina di tutti i colori ma è sincero e leale e ci offre uno sguardo disincantato sull’America degli anni Sessanta.

Questa voce è stata pubblicata in Adulti. Contrassegna il permalink.