Hanna non chiude mai gli occhi

Basato sulle videotestimonianze degli ebrei sopravvissuti di Salonicco, il romanzo racconta di Hanna e Yosef, due ragazzini ebrei che devono fare i conti con le leggi razziali, il ghetto e le deportazioni mentre il console italiano Zamboni, insieme al capitano Merci, si adopera per salvare quante più vite possibile. I due uomini sono realmente esistiti mentre i ragazzi sono figure immaginarie che riassumono in sé le storie dei tanti bambini e ragazzi che in Grecia sono stati perseguitati.

Questa voce è stata pubblicata in Adulti. Contrassegna il permalink.