Il diritto alla partecipazione scolastica

Attraverso l’esame della normativa, l’autore fa il punto sull’inclusione scolastica di bambini e ragazzi disabili, sottolineando che “vuole sostituire i termini ormai in voga di integrazione e inclusione che, semanticamente, veicolano il messaggio di chiudere gli alunni con disabilità in un  ruolo passivo. Il termine usato nel titolo di partecipazione, vuole evidenziare il ruolo attivo di tali alunni”.

Questa voce è stata pubblicata in Adulti. Contrassegna il permalink.