L’uomo che dipingeva il silenzio

Tinu, sordo profondo dalla nascita, utilizza il disegno per raccontare, prima di tutto a se stesso, la realtà che gli sta intorno e per tentare di dare spiegazioni a quello che accade e che non riesce a comprendere. Un bellissimo romanzo che, mentre presta la voce al protagonista, ripercorre la storia della Romania passata dalla guerra al regime comunista.

Questa voce è stata pubblicata in Adulti. Contrassegna il permalink.