L’evoluzione dell’insegnante di sostegno

E’ possibile pensare ad una scuola più inclusiva senza gli insegnanti di sostegno? La domanda può parere provocatoria o addirittura segnare un passo indietro nella storia dell’integrazione scolastica italiana. Eppure, l’autore lancia questa proposta forte perchè ritiene che una scuola inclusiva abbia bisogno di più insegnanti “normali” in compresenza, di un organico funzionale e di peer tutor, insegnanti specializzati esperti itineranti che aiutino in modo concreto i colleghi curricolari. Solo in questo modo tutto il corpo docente diventerebbe responsabile dell’integrazione senza deleghe ad altri.

Questa voce è stata pubblicata in Adulti. Contrassegna il permalink.