Animazione e demenze

L’animazione può essere uno strumento centrale per dare senso alle relazioni fra le persone e permettere lo sviluppo di connessioni fra ambiti e contesti differenti: nel caso di persone affette da demenza rappresenta un ponte tra gli interventi socio sanitari e le attività che cercano di migliorare la qualità della vita in una ricerca costante del senso della cura, nell’integrazione di buone prassi professionali e buone pratiche sociali, quindi in un’alleanza fra servizi di welfare e altri contesti dove particolare importanza hanno i familiari, i volontari e i cittadini.

Questa voce è stata pubblicata in Adulti. Contrassegna il permalink.