Un cammino per tutti

Partendo dal presupposto che le persone disabili vadano incluse nel percorso catechistico e di fede, gli autori si soffermano in particolare sui deficit sensoriali di cui analizzano le difficoltà specifiche, le modalità di comunicazione di relazione, con specifico riferimento a persone cieche, sorde e sordo-cieche, proponendo poi una riflessione sul magistero ecclesiale un percorso di catechesi e molti esempi di buone prassi.

Questa voce è stata pubblicata in Adulti. Contrassegna il permalink.