Il mare non serve a niente

“Lontana dal mondo, c’era una bambina di nome Anna. Anna aveva un letto, una bambola, un pennarello, un ciuccio di quando era piccola e un vecchio libro con una balena in copertina. E una camera, in un palazzo di cento piani”. Il suo sogno era quello di vedere il mare ma i suoi genitori cercavano in tutti i modi di distrarla sostenendo, come dice il titolo, che il mare non è poi questo granchè e ci sono cose molto più interessanti che si possono fare. Il perché lo si scoprirà continuando a sfogliare l’albo che conduce anche ad un finale inaspettato.

Questa voce è stata pubblicata in Ragazzi. Contrassegna il permalink.