L’ultima notte della nostra vita

Mateo e Rufus non si conoscono ma ad entrambi giunge la telefonata che ne annuncia la morte nel giro delle successive 24 ore. Sono diversissimi, il primo insicuro, rintanato in casa dove trova sollievo nel mondo virtuale dei videogiochi mentre l’altro è vivacissimo, addirittura aggressivo in certe situazioni, con una rete di amici cui è legatissimo. Le loro strade si incrociano e nel corso del poco tempo che resta avranno modo di capire chi sono veramente, riconoscere le cose che contano e dare un senso alla propria vita.

Questa voce è stata pubblicata in Ragazzi. Contrassegna il permalink.