Una savia bambina”. Gianni Rodari e i modelli femminili

“Quando mai s’era vista una donna tanto forte, tanto abile? […] ebbe una tunica corta e i capelli corti, l’arco, le frecce, il cane. Era felice”. La descrizione di Atalanta, di cui Rodari riscrive il mito, la dice lunga sulla visione che aveva delle donne. Questo bel libro offre una rilettura dei suoi testi focalizzata sul tema dell’equilibrio di genere. Le eroine di Rodari costituiscono modelli positivi tanto per i maschi che per le femmine, sono bambine intelligenti, sportive, anticonformiste e le loro storie evidenziano l’attenzione dello scrittore alla rappresentazione di relazioni equilibrate e complementari.

Questa voce è stata pubblicata in Adulti. Contrassegna il permalink.