Ci si vede all’Obse

L’estate è appena iniziata e Annika già pregusta la lunga vacanza nella casa di campagna. Ma la nascita prematura del fratellino cambia tutti i piani e la ragazzina si ritrova sola, impaurita dalle scarse prospettive di vita del piccolo di cui non vuole parlare con nessuno. Se da un lato il nonno diventa per lei punto di riferimento e porto sicuro dall’altra è attirata dalle trasgressioni continue ideate da un gruppetto di ragazzini incontrati per caso nel parco della città. Mentre i giorni passano, Annika impara a fare i conti con la paura della morte e l’amore per la sua famiglia e scopre che non è solo lei a portarsi dentro fatiche e tristezza.

Questa voce è stata pubblicata in Ragazzi. Contrassegna il permalink.