Arpad Weisz e il Littoriale

Allenatore del Bologna dal 1935 al 1938, Arpad  Weisz, ebreo ungherese, portò la squadra al successo, facendole vincere due scudetti consecutivi e il torneo dell’Esposizione di Parigi. La sua storia si intreccia con la costruzione del nuovo stadio che dovrebbe celebrare il duce e le glorie fasciste. Un bel graphic novel che parla di calcio e di tecniche di gioco ma soprattutto segue le tracce di un uomo e della sua famiglia fino a quando si perdono dietro in cancelli di Auschwitz.

Questa voce è stata pubblicata in Ragazzi. Contrassegna il permalink.