Disabilità e società

L’autore propone una riflessione approfondita sulla disabilità e le discriminazioni sociali, sostenendo che le limitazioni sono un fenomeno reale che condiziona le persone con disabilità: anche se il deficit non ne è l’unico fattore determinante non può però essere dimenticato. In pratica, se il modello medico afferma che le persone sono rese disabili a causa dei loro corpi e il modello sociale sostiene invece che a renderle disabili è la struttura della società, Shakespeare afferma che le persone sono rese disabili sia dalla società che dal proprio corpo. Proprio partendo da questo, analizza alcuni aspetti della vita (inizio e fine vita, assistente personale, relazioni amicali e sessualità) alla ricerca di una ridefinizione complessiva di tutti i concetti in campo per poter osservare e gestire le relazioni sociali e non soltanto chi è disabile e le sue scelte.

Questa voce è stata pubblicata in Adulti. Contrassegna il permalink.